Associazione culturale Terra e Identità
via Prampolini 69 - 41124, Modena
Tel. 389 8348934 - E-mail
info@terraeidentita.it

 

Chi siamo

Statuto e finalità

Come aderire

Le iniziative

La rivista

Il catalogo

Dove trovare le pubblicazioni

Per pubblicare un libro

Gli organi direttivi

Terra e Identità

per conoscere la storia delle nostre terre

per preservare le nostre tradizioni

per difendere i nostri dialetti

per promuovere il nostro territorio

per incentivare la cultura del libro

per favorire la cultura del viaggio contro quella del turismo

per sapere chi siamo

   
Link:

Elena Bianchini Braglia

Gabriele Sorrentino

Prossimi importanti appuntamenti di Terra e Identità

Novità - è uscito il nuovo numero de IL DUCATO

N° 77 - Ottobre/Dicembre 2016 (QUADERNI del Ducato n° 9)
IL DUCATO 43 (pp. 192)

San Geminiano a finibus terrae. Come un condottiero si trasforma in un santo, di Alessandro Sorrentino
Il Rabbino Fortunato Mantovani. La scuola tedesca di piazzetta,
di Ermanno Gilioli
Le norme di successione al Ducato di Modena,
di Alberto Lembo
Il beato Marco da Modena,
di Francesco Gherardi
"Dunque tocca a noi povere pettegole". Garibaldi e la religione,
di Elena Bianchini Braglia
DOSSIER - SCANDIANO PROTAGONISTA
Breve storia di Scandiano,
a cura di Pro Loco
La famiglia Fogliani fondatrice e padrona di Scandiano,
di Eleonora Cocchi
Il felice governo dei Boiardo a Scandiano, di Elena Bianchini Braglia
Gli Este di Scandiano,
di Francesco Gherardi
L'appartamento del principe Foresto,
di Roberta Iotti
Gli ebrei a Scandiano,
di Fabio Pederzoli
Sentiero collepiano ducale. Un dimenticato confine percorribile,
di Gianluca Ferrari e Fabiola Ganassi
Filippo Cavazzuti. un poeta-soldato della Grande Guerra, di Giovanni Battista Cavazzuti
Dal Frignano alle Americhe. La storia di Felix Pedro, di Antonio Saltini
I Romani a Modena... per gioco, a cura della Quinta A delle scuole elementari Bellini di Sassuolo
Segnalazioni librarie
I 60 anni del villaggio San Marco di Fossoli
Geografia degli Stati Estensi
Le iscrizioni sepolcrali e civili a Ferrara con le piante delle chiese raccolte da Cesare Barotti
Antiche barche e battelli del Po
Modenesi in camicia nera

N° 78/79 - Gennaio/Giugno 2017 (QUADERNI del Ducato n° 10)
MONALDO E GIACOMO LEOPARDI NELLE TERRE ESTENSI (pp. 232)

Prefazione, di Diletta Biagini
I luoghi leopardiani di Recanati,
di Centro Nazionale di Studi Leopardiani
L'Italia tra vecchio regime e Risorgimento. L'epoca di Monaldo e Giacomo Leopardi,
di Gabriele Sorrentino
Dalla Voce della verità al Difensore. Gli intellettuali cattolici che fecero del Ducato Estense la "roccaforte del legittimismo",
di Elena Bianchini Braglia
Marco Antonio Parenti. Un frignate a Modena negli anni della Restaurazione,
di Andrea Pini
Monaldo Leopardi e i legittimisti modenesi. La ricerca storica di Giuseppe Cavazzuti,
di Giovanni Battista Cavazzuti
"L'ottimo Torres fu l'assassino degli studi miei". Monaldo, la Ratio Studiorum e l'Autobiografia,
di Valentina Sordoni
Monaldo e Giacomo dinanzi al progresso scientifico: il "caso Galileo",
di Gaspare Polizzi
Giacomo Leopardi e la sua famiglia tra vita e letteratura, di Andrea Campana
Interno di famiglia (in cinque scene),
di Pantaleo Palmieri
La risposta di don Divo Barsotti all'infelicità del poeta di Recanati,
di Roberta Iotti
La morte di Giacomo nelle lettere di Monaldo,
di Elena Bianchini Braglia
Cenni biografici intorno a Monaldo Leopardi,
dal sito di Casa Leopardi
Una "meravigliosa e strana immobilità". La Cina nelle riflessioni di Giacomo Leopardi, di Roberta Cavazzuti
Voci dall'Ottocento: Leopardi, Parenti, Veratti, di Giovanni Gibertini
Estratti dal carteggio tra Monaldo e i redattori de La voce della verità
 

Elena Bianchini Braglia
LE LACRIME DELLA BEATA
Il miracolo di Beatrice d'Este

Pp. 216, Euro 14 (10 per i soci di Terra e Identità)
Un luogo di fascino e mistero nel cuore di Ferrara. Un miracolo. Anzi uno dei più suggestivi e clamorosi miracoli di oggi. Acqua che stilla inspiegabilmente da un marmo e diffonde grazie. Gocce taumaturgiche che un tempo il popolo bramava, che oggi scendono umili e silenziose nell'oblio. E all'origine del miracolo una principessa del Medioevo, Beatrice d'Este.
Bellissima e santa, disprezza gli effimeri piaceri della corte e sceglie il monastero. Morendo giovanissima per le troppo aspre penitenze, promette eterna protezione alla sua stirpe e alla città che tanto ama, Ferrara.